Descrizione Progetto

Aerei,  nuove norme, si può riportare il bagaglio a mano in cabina

Dal 15 luglio,  si può riportare il trolley in cabina.

La disposizione arriva con il Nuovo DPCM che proroga al 31 luglio le misure sanitarie già disposte dal Governo per contrastare la diffusione del contagio da Covid19, in scadenza il 14 luglio.

Un documento generale in cui vengono mantenute alcune linee di base, a scopo cautelativo, ma allo stesso tempo viene eliminato definitivamente l’obbligo di divieto dell’ingresso in aereo dei bagagli a mano mantenendo comunque altre norme – seppur già note – da rispettare almeno fino al prossimo decreto, come i controlli della temperatura agli imbarchi, l’obbligo di autocertificazione e l’utilizzo delle mascherine nei luoghi chiusi.

Tutto questo fermo restando che, per la sicurezza dei passeggeri, le compagnie possono rimodulare le regole e, in caso di sovraffollamento dell’aereo, il gestore può stabilire autonomamente quale tipo di borsa o borsone potrà essere imbarcato in stiva.

Novità non solo per i bagagli a mano, ma anche per tutti quegli indumenti che vengono portati con sé al momento dell’imbarco. I passeggeri, infatti, possono introdurre sull’aereo maglie e felpe, o qualsiasi altro piccolo indumento, ma – se non indossato – questo va custodito in buste sterilizzate che verranno messe a disposizione dalla compagnia prima dell’ingresso.

Infine, mentre le frontiere europee ed extra Ue sono state aperte, è stato invece prorogato il divieto di ingresso a chi proviene da 13 Paesi, anche utilizzando i voli triangolati. Stop, quindi, ad Armenia, Bahrein, Bangladesh, Kuwait, Oman, Bosnia Erzegovina, Macedonia del Nord e Moldova, Brasile, Cile, Panama, Perù e Repubblica Dominicana e gli italiani, che vivono o sono passati in uno di questi Stati, possono rientrare ma devono mettersi in quarantena. Infine, rimane l’obbligo di rimanere in isolamento 14 giorni anche per chi arriva dagli Stati Uniti.